I Toner Esausti Smaltiti Male Distruggono l'Ambiente. Tu Resti a Guardare? | SoluzioneStampa.com

I Toner Esausti Smaltiti Male Distruggono l’Ambiente. Tu Resti a Guardare?

Ti faccio una domanda: quanti toner esausti hai buttato in questi mesi? Pensaci. Intanto che rispondi, ti do un paio di dati. Nel mondo, ogni secondo, 11 cartucce per stampante vengono buttate. Ogni giorno, un milione di cartucce viene gettato via come capita. E non lo dico io, ma una ricerca apparsa in un articolo di Energycentral (https://www.energycentral.com/c/ec/ink-waste-environmental-impact-printer-cartridges).

Quale conclusione ne ricavi da dati del genere? Secondo me, dobbiamo muoverci e cambiare le cose, prima che l’intero pianeta venga sommerso da un mare di rifiuti speciali. E se ancora non sei convinto, ti spiego in che modo i toner smaltiti male stanno rovinando l’ambiente.

L’errato smaltimento di toner minaccia l’intero pianeta

Le ricerche dicono che quello delle cartucce per stampante buttate dove capita è un problema minore, se paragonato ad altri grandi temi legati all’inquinamento e al riscaldamento globale. Questo, però, non deve distogliere l’attenzione da una dinamica distorta del mercato. Che poi, considerato tutto, è sì un problema minore, ma i numeri in ballo sono comunque spaventosi:

  • Ogni anno, circa 375 milioni di toner esausti vengono gettati via
  • Il tempo di decomposizione di una cartuccia vuota è di 1.000 anni, quindi non aspettarti di farla franca in poco tempo se la butti a mare
  • Il 97% dei materiali utilizzati nelle cartucce potrebbe essere riciclato, se smaltito correttamente

Che impatto hanno questo tipo di rifiuti speciali?

I dati segnalati poco fa sono stati ricavati dalla ricerca di Energycentral che ho già citato in precedenza, e fotografano una situazione chiara. Seguendo la normativa per lo smaltimento dei toner esausti è possibile riciclare la gran parte dei componenti coinvolti, salvaguardando l’ambiente, e ottenendo un risparmio notevole. Non ti convince? Pensa a questo confronto, basato su dati relativi agli Stati Uniti:

  • In media, una famiglia di quattro persone produce 1.200 kg di CO2 al mese
  • Una fabbrica di toner può arrivare a produrre anche 200.000 unità al mese, pari a 640.000 kg di CO2. L’equivalente di 500 famiglie

Una sola fabbrica di cartucce ha l’impatto ambientale di 500 famiglie. E sai come potrebbe essere ridotto questo tipo di inquinamento? Riciclando. E sai come si può riciclare un toner correttamente? Affidandoti a professionisti seri.

Si vabbe’, io mica li vedo i danni fatti dalle cartucce vuote

Fermati. Respira. Leggi quello che ti dico. Ti riporto un articolo apparso su Sciencing e scritto da Bert Markgraf, laureato in Scienze alla McGill University: il link è questo (https://sciencing.com/not-recycling-ink-cartridges-affect-earth-21041.html). Qui ti segnalo i punti più interessanti del suo ragionamento:

  • Plastica e inchiostro contenuti nelle cartucce vuote, come visto, hanno una decomposizione molto lunga
  • Nel mentre che si decompongono, i materiali tossici vengono sprigionati nell’aria
  • Tutto ciò porta ad aria inquinata e contribuisce alla creazione di smog
  • I metalli inclusi nei toner inquinano il terreno in cui vengono gettati, con tutte le conseguenze del caso

Incrocia questi dati con quelli che ti ho fornito prima, e inizi a capire che la situazione sta iniziando a diventare complicata.

Metalli nel terreno? Ma quelli non sono solo nei rifiuti speciali?

Eh, infatti. I toner sono rifiuti speciali, che contengono materiali pericolosi come piombo e cadmio. Ti basta leggere l’inizio della relazione dell’Arpae dell’Emilia Romagna (https://www.arpae.it/cms3/documenti/_cerca_doc/ecoscienza/ecoscienza2016_1/anteprima_Rossi_Pantanella_ES1_16_.pdf), dove dice:

“La presenza in eccesso di metalli pesanti nel suolo è argomento di crescente interesse a causa del potenziale rischio di contaminazione della catena alimentare”

Ovviamente non tutti i metalli pesanti vengono da consumabili per stampanti, però, insomma, adesso inizi a capire meglio quale sia la posta in gioco. I toner smaltiti male possono tornare ai loro padroni originali. Solo che non tornano come cartucce vuote, ma come cibo. Hai in programma di mangiare un bel toner per pranzo? Non penso.

E allora dove li devo buttare questi toner esausti? Dimmelo tu!

Ogni tanto viene qualche cliente disperato perché deve buttare i toner e non sa come fare. E io ripeto come un giradischi:

“I possessori di partita IVA hanno l’obbligo di gestire i toner esausti, e se non lo fanno sono responsabili penalmente con un’ammenda a partire da € 1.600. I privati hanno la possibilità di lasciare i toner gratuitamente presso le isole ecologiche.”

Le soluzioni per usare al meglio stampanti e multifunzione, rispettando l’ambiente, sono due:

 

In entrambi i casi, posso pensarci io: contattami (http://www.soluzionestampa.com/contatti-ed-informazioni/) oggi stesso per iniziare a capire come stampare al meglio. Risparmi tempo, soldi, e adesso sai che salvi anche l’ambiente. Meglio di così!

Lascia un Commento